EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
Calendari - Archivio
Stagione 2012/2013

LA MODESTIA

Locandina:

di Rafael Spregelburd
traduzione Manuela Cherubini
regia Luca Ronconi
impianto scenico Marco Rossi
costumi Gianluca Sbicca
luci AJ Weissbard
con (in o. a.) Francesca Ciocchetti, Maria Paiato, Paolo Pierobon, Fausto Russo Alesi


Date e Info: da giovedý 7 a sabato 9 (ore 21) e domenica 10 marzo 2013 (ore 15.30)
Compagnia: una coproduzione Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa, Fondazione Festival dei Due Mondi di Spoleto e Associazione Mittelfest, su progetto di Santacristina Centro Teatrale

Scheda:



Testo insolito ma graffi ante, in bilico fra ironia e grottesco, LA MODESTIA dell’argentino Rafael Spregelburd – due volte Premio UBU come migliore novità straniera – costituisce il terzo capitolo del progetto Eptalogia, una complessa analisi dei vizi fondamentali della nostra società, ispirata a La Ruota dei Sette Peccati Capitali del pittore cinquecentesco Hieronymus Bosch: per Spregelburd i vizi contemporanei sono paranoia, stravaganza, caparbietà, stupidità, panico, inappetenza e finta modestia. 

La magistrale regia di Luca Ronconi sceglie di confrontarsi con il giovane drammaturgo che, con la sua scrittura straniante ma profondamente attaccata alla vita, ha “sedotto” i grandi teatri europei, affi dando i suoi enigmatici personaggi a 4 fra i migliori nuovi attori della scena italiana: Francesca Ciocchetti, Maria Paiato, Paolo Pierobon, Fausto Russo Alesi.

LA MODESTIA intreccia due storie parallele: 4 attori, 2 coppie, interpretano gli 8 personaggi che continuamente si sovrappongono, si confondono, in uno scambio di 18 scene alternate senza soluzione di continuità. L’azione si svolge sempre dentro la stessa camera, che rappresenta due luoghi diversi, in tempi diversi: la prima vicenda è ambientata nella Buenos Aires dei giorni nostri, la seconda nel passato, in un paese dei Balcani. I dialoghi svelano via via una trama di cui inizialmente sfugge il senso: ci sono un avvocato, invischiato in un traffi co di videocassette compromettenti, una ragazza scomparsa, uno scrittore in crisi, malato di tubercolosi e prossimo alla morte, sua moglie, un medico ambizioso che promette di guarire lo scrittore in cambio dei diritti di un romanzo che egli dovrà concludere...

“Qual è il peccato di essere modesti? Cosa c’è di moralmente condannabile nel fi ngere di essere meno di quel che si è in realtà? Stiamo per scoprirlo. O per intuirlo.” dichiara Spregelburd. Ma nella commedia nessun riferimento al peccato del titolo appare esplicito e lo spiazzamento è costante: perfi no i personaggi sembrano non sapere mai fi no in fondo a quale delle due vicende appartengono. Il risultato è una specie di thriller che prevede una scoperta fi nale ma in cui raccapezzarsi non è semplice.
Come, del resto, non è semplice orientarsi nella complessità contemporanea di cui Spregelburd, appassionato della vita e dell’umano in tutta la sua affascinante caoticità, è considerato uno dei più acuti interpreti. Nei suoi dispositivi drammaturgici, che mettono in discussione l’identità dei personaggi, confondono i luoghi, i tempi e persino le azioni, si rifl ette il senso doloroso dell’attuale crisi: una débâcle mondiale partita dall’economia - l’Argentina l’ha vissuta prima del nostro Paese - ma che investe ormai l’intero sistema di pensiero della nostra epoca, ovvero la modernità.
“Il teatro di Spregelburd - scrive Ronconi - fa pensare ad un certo cinema che abbiamo conosciuto ed apprezzato grazie a registi e sceneggiatori come Alessando Gonzales Iñarritu e Guillermo Arriaga, autori di fi lm come Babel o 21 grammi. Una cifra tipicamente sudamericana ma che ci è divenuta familiare e che viviamo come profondamente contemporanea”.

www.piccoloteatro.org

guarda il video

acquista


Piazza Guidazzi - 47521 Cesena - Info: 0547 355911 - Biglietteria: 0547 355959 - Fax: 0547 355910 - info@teatrobonci.it - P.iva e C.F. 01989060361

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK