EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
Calendari - Archivio
Stagione 2012/2013

LEONILDE Storia eccezionale di una donna normale

Locandina:

di Sergio Claudio Perroni
tratto dall'omonimo testo edito da Bompiani
regia Roberto Andò
scene e costumi Giovanni Carluccio
musiche Marco Betta
luci Franco Buzzanca
con Michela Cescon
 

mercoledì 13 marzo ore 17,30
Cinema San Biagio

Michela Cescon INCONTRA il pubblico
INGRESSO GRATUITO

a seguire
proiezione del film VIVA LA LIBERTÀ
ingresso € 5
per l'occasione brindisi con il vino offerto dalla cantina PODERE PALAZZO


Date e Info: da martedý 12 a mercoledý 13 marzo 2013
Compagnia: Teatro Stabile di Catania

Scheda:

 

Sono cresciuta in fretta, io. Neanche il tempo di essere ragazza, ed ero già donna. Cresciuta in fretta, troppo in fretta. “Come tutte le belle fi gliole”, diceva mio padre. Ma in realtà la bellezza non c’entrava. C’entrava la fame. La fame fa crescere in fretta. Belli e brutti, fi gliole e fi glioli. Se non li ammazza prima… [Sergio Claudio Perroni]

Si apre così LEONILDE, monologo di Sergio Claudio Perroni sulla vita di Nilde Iotti, che la sapiente regia di Roberto Andò affi da alla voce di Michela Cescon: l’attrice, che con talento e coraggio da vendere si divide tra i grandi palcoscenici teatrali e il migliore cinema italiano (ha appena vinto David di Donatello e Nastro d’argento per il ruolo di Licia Pinelli in Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana), affronta la monumentale fi gura della Iotti facendo “vibrare le corde dell’anima” e tratteggia un ritratto intimo ma potente di una “donna coraggiosa, autentica”.

Eletta parlamentare a 26 anni, membro della “Commissione dei 75” che diede vita alla Costituzione, prima donna a ricoprire la carica di Presidente della Camera: la biografi a di Nilde Iotti testimonia gran parte della storia dell’Italia moderna, dal Fascismo alla Seconda Guerra Mondiale, dalla Resistenza alla nascita della Repubblica, dalla Costituzione all’emancipazione femminile. Ma LEONILDE è soprattutto la storia di una donna determinata e tenace: per quasi vent’anni compagna “scomoda” di Palmiro Togliatti (il capo del Partito Comunista di 27 anni più vecchio di lei, all’epoca del loro incontro sposato e con un fi glio), nell’Italia bigotta del secondo dopoguerra lei rivela un’elevata statura morale e intellettuale che la induce ad anteporre i sentimenti al perbenismo, difendendo coraggiosamente il valore delle proprie scelte.

Tra squarci intimistici, sentimento dolente e acuta satira, l’affi lata penna di Perroni costruisce un lungo monologo - tratto dall’omonimo libro edito da Bompiani - in cui pubblico e privato, slancio lirico e rigore documentaristico, invenzione drammaturgica e verità storica si fondono. Confessa l’autore: “Mi ha sempre affascinato la tempra drammaturgica di Nilde Iotti, l’agguerrita soavità con cui, tra la fi ne del fascismo e la morte di Togliatti, questa ‘regina plebea’ seppe reagire alle invidie e alle insidie di una corte che non le perdonava i tanti successi, primo fra tutti quello di essere amata dal capo del Pci. Tenace, incrollabile e ‘sempre da sola’, Leonilde rispose colpo su colpo con altri successi ancora, per sé e per il proprio popolo, fi no all’incoronazione in Montecitorio.” 
La vita di Nilde Iotti diventa oggi testimonianza di una moderna eroina, autorevole esempio di una caratura politica che fatica a trovare eredi. “L’autore”, scrive il regista Roberto Andò, “ci invita a celebrare una sorta di solenne esequie della politica in Italia attraverso uno dei suoi più alti emblemi. Non si potrebbe evocare meglio il vuoto lasciato da una grande generazione di italiani, quelli usciti dal fascismo e dalla guerra, quelli della rinascita e della Costituzione, quelli che ci sono stati madri e padri. Come essere all’altezza di quell’energia, di quella semplicità? Dopo di loro, cosa si è reciso per sempre, e perché?” 

www.teatrostabilecatania.it

g
uarda il video

acquista


Piazza Guidazzi - 47521 Cesena - Info: 0547 355911 - Biglietteria: 0547 355959 - Fax: 0547 355910 - info@teatrobonci.it - P.iva e C.F. 01989060361

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK