EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
Calendari - Archivio
Stagione 2013/2014

DISCORSI ALLA NAZIONE uno spettacolo presidenziale

Locandina:

di e con Ascanio Celestini


Date e Info: da giovedý 15 a domenica 18 maggio 2014 (tutti i giorni ore 21)
Compagnia: Fabbrica

Scheda:

venerdì 16 e sabato 17 maggio RAI 5 è a Teatro per un servizio sullo spettacolo che prevede riprese anche del pubblico


"Questo piccolo grande genio del teatro italiano allestisce un monologo che è una requisitoria feroce, divertente e disperante: un racconto armato di parole talmente esplosive da lasciare lo spettatore, tutti e ciascuno, assolutamente sgomento."

Andrea Porcheddu, Linkiesta.it

Lucida e surreale fotografia dell'Italia contemporanea, irriverente parodia dei "grandi dittatori" del mondo moderno, il nuovo lavoro di Ascanio Celestini conferma la vocazione al "teatro civile" senza rinunciare alla leggerezza dell'ironia. Stavolta sotto la lente della sua affilata analisi finisce il potere politico.

"CITTADINI! Lasciate che vi chiami cittadini anche se tutti sappiamo che siete sudditi, ma io vi chiamerò cittadini per risparmiarvi un’inutile umiliazione."

Si apre così il discorso di un immaginario tiranno alla sua nazione: di fronte a un paese devastato da un clima di guerra civile, in cui la compagine sociale si è disgregata e sopravvivono soltanto individui perseguitati dalle proprie nevrosi, chi detiene il potere è obbligato a esporsi per evitare di essere spodestato. Il tiranno, dice Celestini, "si affaccia, si sporge dal balcone del palazzo e rischia di diventare un bersaglio". Prova ad affascinare il popolo per strappargli una legittimazione. E parla, "come parlerebbero i nostri tiranni democratici se non avessero bisogno di nascondere il dispotismo sotto il costume di scena dello stato democratico".

Preceduto da registrazioni di discorsi famosi - il tappeto sonoro che accoglie il pubblico in sala riproduce le voci della storia: da Mussolini a Mao, da Kennedy a Andreotti fino a Craxi, D'Alema, Berlusconi e Grillo - il capo arringa il suo popolo.

Intanto, nella città incessantemente battuta dalla pioggia, gli abitanti di un surreale condominio covano nei loro appartamenti frustrazioni e istinti omicidi, tra armi da fuoco e cadaveri sull'ingresso del palazzo... 

 

 

www.ascaniocelestini.it


Piazza Guidazzi - 47521 Cesena - Info: 0547 355911 - Biglietteria: 0547 355959 - Fax: 0547 355910 - info@teatrobonci.it - P.iva e C.F. 01989060361

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK