EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
Calendari - Archivio
Stagione 2013/2014
Luca Barbareschi e Filippo Dini

IL DISCORSO DEL RE

Locandina:

di David Seidler
traduzione di Luca Barbareschi
regia Luca Barbareschi
con Luca Barbareschi, Filippo Dini, Astrid Meloni, Chiara Claudi, Roberto Mantovani, Ruggero Cara, Mauro Santopietro, Giancarlo Previati
scene Massimiliano Nocente
costumista Andrea Viotti
light designer Iuraj Saleri
musiche originali Marco Zurzolo


Date e Info: AGGIORNAMENTO: luned́ 17 e marted́ 18 marzo 2014 (ore 21)
Compagnia: Casanova Multimedia

Scheda:

"Levità e dramma, ironia e spleen, dolore e commozione catturano il pubblico. E alla fine gli spettatori si staccano dalla scena gonfi di umanità, contenti d'aver fatto il pieno di sentimenti."

Rita Sala, Il Messaggero

Torna a Cesena Luca Barbareschi, uno dei volti più popolari dello spettacolo italiano, con un progetto originale di cui è regista, traduttore, produttore e co-protagonista: si tratta della versione scenica della pellicola Premio Oscar 2011 Il discorso del re.

Lasciando il ruolo del titolo al giovane talento Filippo Dini ("un'interpretazione calzante e interiore, che non invidia niente al Colin Firth del grande schermo" Rossella Battisti, l'Unità), Barbareschi si cala, con piglio piacevolmente moderno, nei panni di Lionel Logue: il bizzarro logopedista che aiuta l'insicuro e balbuziente Duca di York a diventare re Giorgio VI, uno dei re più amati della storia britannica.

Ambientata nella Londra a cavallo fra gli anni '20 e '30, la commedia scritta da David Seidler (anche autore della sceneggiatura) rielabora la vicenda storica di Albert, secondogenito del Re Giorgio V.
Dopo la morte del padre il fratello maggiore, Edoardo, diviene re ma, per amore di una donna americana senza nobili origini e divorziata, abdica, neppure un anno dopo. A "Bertie" tocca, perciò, il peso della corona. Ma per salire al trono dovrà liberarsi da un pesante fardello di frustrazioni infantili che gli causano la balbuzie. Lionel Logue, sedicente logopedista australiano, in realtà attore fallito, con metodi anticonformisti si rivela capace di sondare l'anima del re e di guarirla. 

Commedia umana, sempre in perfetto equilibrio tra toni drammatici e leggerezza, Il discorso del re è un inno alla tenacia e alla formidabile potenza della parola: in un gioco verbale fra teatro e psicoanalisi, Lionel sgretola la corrazza formale che imprigiona il futuro Giorgio VI, restituendola alla sua natura più vera. Ed è grazie alla parola, finalmente ricomposta nella sua voce, che il popolo britannico riconosce e segue il suo re, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale.

  

 

www.casanovamultimedia.it


Piazza Guidazzi - 47521 Cesena - Info: 0547 355911 - Biglietteria: 0547 355959 - Fax: 0547 355910 - info@teatrobonci.it - P.iva e C.F. 01989060361

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK