EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
Calendari - Archivio
Stagione 2017/2018
DISGELO DEI NOMI

DERIVA TRAVERSA

Locandina:

di DEWEY DELL & A DEAD FOREST INDEX

coreografia Teodora Castellucci

composizione corale, voci Adam Sherry e Sam Sherry / A Dead Forest Index

suono Demetrio Castellucci

assistenza alla coreografia Agata Castellucci

drammaturgia Vito Matera

realizzazione costumi Guoda Jaruseviciute

produzione DEWEY DELL 2017

coproduzione Societas, progetto MUSE/ compagnia B

in collaborazione con Festival Danza Urbana e Festival Città delle Cento Scale

 

 

lo spettacolo è presentato nel contesto di Màntica, osservatorio teatrale diretto da Chiara Guidi al Teatro Comandini


Date e Info: Teatro Comandini, venerd́ 24 novembre ore 21 e 22.30 (fuori abbonamento)

Scheda:

La solitudine è un aspetto costituente del mestiere del pastore. Gli permette un’immersione interiore totale e un lieve allontanamento dal visibile. Quando i pastori cantano, per intonarsi imitano il vento o il belato della pecora o della mucca. E attraverso la poesia cantata trasmettono una storia passata, tramandando la cultura in modo orale generazione dopo generazione. La risalita lungo il tempo però non abbandona la realtà attuale, si distacca solo dal mondo visibile.

La storia che i pastori poeti cantano si potrebbe intendere come un tentativo di decifrazione dell’invisibile, che avviene attraverso una discesa nel sé, una geografia del soprannaturale.

Dewey Dell

Dewey Dell lavora a nuove sperimentazioni legate alla danza che coinvolgano forme d'arte diverse. Attualmente divisi tra Berlino e Cesena, i quattro componenti del gruppo - i fratelli Agata, Demetrio e Teodora Castellucci e Eugenio Resta - seguono attitudini specifiche in ambiti che vanno dal linguaggio del corpo a quello del suono e dello spazio, in una costante modellatura collettiva dei materiali.

A Dead Forest Index - duo musicale dei fratelli Adam e Sam Sharry - unisce una profondità percussiva e orchestrale a un'indole vocale legata all’inno e alle armonie cicliche. Le loro canzoni sembrano riferirsi alla sfera spirituale della terra natale, la Nuova Zelanda, con influenze indiane e andaluse, con accenni al simbolismo allegorico di William Blake, nell’ascolto di universi sonori che vanno dai Taraf de Haidouks a Nico, Scott Walker, Swans.

deweydell.com


Piazza Guidazzi - 47521 Cesena - Info: 0547 355911 - Biglietteria: 0547 355959 - Fax: 0547 355910 - info@teatrobonci.it - P.iva e C.F. 01989060361

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK