EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
Calendari - Archivio
Stagione 2010/2011

L’AFFARISTA (Mercadet L'Affarista)

Autore: Honoré de Balzac
Locandina:

da Honoré de Balzac
con Geppy Gleijeses, Marianella Bargilli
regia di Antonio Calenda 
Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile di Calabria e Teatro Quirino - Vittorio Gassman


Date e Info: da giovedì 10 marzo a domenica 13 marzo 2011

Scheda:

Un testo capolavoro del realismo, che resta profondamente attuale: Mercadet l'affarista di Honoré de Balzac è la scelta di Antonio Calenda per la nuova produzione 2011, sostenuta dagli Stabili di Friuli Venezia Giulia e Calabria e dal Teatro Quirino.
Una compagnia numerosa, con Geppy Gliejeses nel ruolo del protagonista e Marianella Bargilli, giovane attrice fra le più interessanti del panorama nazionale, mette in scena l'ironica denuncia di Balzac contro la frenesia e l'immoralità del mondo degli affari. Protagonista è Mercadet, personaggio monomaniacale, vigoroso, geniale e cialtrone, che vive ossessionato dal desiderio di speculare, di moltiplicare il denaro. Sull'orlo della bancarotta, assediato dai creditori, gioca in borsa con soldi che non gli appartengono, imputando i suoi guai finanziari al socio che, con tutte le loro ricchezze, è partito alla volta delle Indie per cercar fortuna. Ostentando uno stile di vita abbiente, per "truccare" il mercato a suo favore, Mercadet ottiene la fiducia dei creditori e dei propri servitori, che gli affidano i propri risparmi. Cerca di maritare la figlia, bruttina, con un dandy che millanta di essere ricco ma si rivela, poi, uno spiantato: ma i suoi piani non vanno a buon fine e, mettendo in scena il ritorno del socio per tentare di salvarsi, l'affarista riesce ad evitare la disfatta e si ritira in campagna.
Critiche pungenti e sorrisi amari punteggiano la vicenda del personaggio di Balzac, antesignano di tanti speculatori in carne e ossa che popolano il nostro presente. Così, non sarebbe strano sentire pronunciare, oggi, parole come le sue: "Ah! Conoscete la nostra epoca! Oggi, signora, tutti i sentimenti svaniscono e il denaro li sospinge. Non esistono più interessi perché non esiste più la famiglia, ma solo individui! Vedete! L’avvenire di ciascuno è in una cassa pubblica. Vendete gesso per zucchero: se riuscite a far fortuna senza suscitare lamentele, diventate deputato, pari di Francia o ministro!".


Piazza Guidazzi - 47521 Cesena - Info: 0547 355911 - Biglietteria: 0547 355959 - Fax: 0547 355910 - info@teatrobonci.it - P.iva e C.F. 01989060361

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK